Sottoscrivi il blog
Senago Sostenibile su facebook

Archivio di novembre 2010

I cittadini di Senago si muovono contro le vasche!

Stamane a Senago i primi striscioni con la scritta “NO VASCHE” posti in mostra lungo i paracarri del canale scolmatore.

E’ la mobilitazione dei cittadini che inizia dal basso, contro lo scellerato piano della Regione che vuole costruire le vasche di laminazione del Torrente Seveso nel territorio di Senago.

Non contenti di averci già portato il Seveso in casa (lo scolmatore è diventato praticamente il Seveso stesso), i politici reggenti di Regione, Provincia e Comune di Milano, vogliono a tutti i costi costruire le fetide vasche di laminazione per riversare nel nostro Comune il problema delle esondazioni del Torrente.

Attenti:  SENAGO SI STA SVEGLIANDO!

PrintFriendly

Da “La Repubblica” (8 novembre 2010)

Un’altra esplosione in un’azienda di rifiuti ferito un operaio a San Giuliano Milanese.

L’episodio a pochi giorni dalla vicenda di Paderno, dove sei operaio sono rimasti gravemente ustionati.
L’incidente avvenuto durante il compattamento delle immondizie. Le condizioni dell’uomo non sono gravi.

Un operaio è rimasto ferito in un’esplosione all’interno della Ghibeca, ditta di smaltimento rifiuti a San Giuliano Milanese, durante le operazione di compattamento delle immondizie. A causare lo scoppio potrebbe essere stato del liquido diserbante rimasto in alcune taniche. Le condizioni dell’operaio non sono gravi.
Sul posto sono arrivate una decina di squadre dei vigili del fuoco. L’incendio comunque era già stato spento dagli operai. L’incidente è avvenuto poco prima delle 11, durante una delle fasi di lavorazione dei rifiuti. Sul posto sono arrivati anche i tecnici dell’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente.

La Ghibeca, che si trova in viale Lombardia a San Giuliano Milanese, è un’azienda nata nel 1992 e specializzata nello smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non, e di rifiuti sanitari. Offre anche consulenze ambientali. E’ il secondo incidente del genere nel Milanese in pochi giorni. Il 4 novembre scorso a Paderno Dugnano si era verificata un’esplosione in un’altra azienda di smaltimento rifiuti. Sei operai sono rimasti gravemente ustionati e alcuni di loro lottano ancora fra la vita e la morte.

PrintFriendly

INCIDENTE EURECO HOLDING:
I COMITATI “NO INCENERITORE” ESPRIMONO SOLIDARIETA’ AI LAVORATORI E PREOCCUPAZIONE PER IL TERRITORIO

“Esprimiamo vicinanza ai lavoratori e alle loro famiglie per il gravissimo incidente avvenuto ieri pomeriggio presso l’azienda Eureco Holding, che si occupa di stoccaggio e trattamento di rifiuti industriali e pericolosi (tra cui amianto)”.

Il coordinamento intercomunale dei Comitati cittadini No Inceneritore che da mesi si batte contro la costruzione di un impianto per lo stoccaggio  e l’incenerimento di rifiuti speciali, pericolosi tossico-nocivi presso il Villaggio Ambrosiano di Paderno Dugnano, esprime viva preoccupazione per le analogie tra il sito incidentato e quello su cui dovrebbe sorgere il suddetto Inceneritore (Via Beccaria),  adiacente a ECOBAT, classificata come azienda a Rischio Incidente Rilevante (RIR), e inserito in un’area densamente abitata.

Quanto avvenuto deve ancor più sensibilizzare i cittadini e gli Amministratori Pubblici ad una maggiore attenzione verso la sicurezza e la tutela della salute e dell’ambiente.

Di tutto questo si parlerà durante l’Assemblea, da tempo stabilita, che si terrà Giovedì 11 novembre alle ore 21 presso il Centro Falcone e Borsellino (piazza Falcone e Borsellino, 3 – Paderno Dugnano).

I Comitati NO INCENERITORE di Paderno Dugnano, Bollate, Cormano, Novate Milanese, Senago

5 novembre 2010

INCIDENTE EURECO HOLDING:

I COMITATI “NO INCENERITORE” ESPRIMONO SOLIDARIETA’ AI LAVORATORI

E PREOCCUPAZIONE PER IL TERRITORIO

PrintFriendly
LOCANDINA-web-13-novembre

LOCANDINA-web-13-novembre

PrintFriendly
Dibattito 11 Novembre

Dibattito 11 Novembre

PrintFriendly