Una casa dell’acqua

E se anche a Senago si potesse avere una casa dell’acqua ?

La foto ritrae la casa dell’acqua di Lainate (adiacente alla Villa Borromeo) ma ve ne sono anche nei comuni vicini a Senago quali Paderno Dugnano (a pochi metri dal cinema Metropoli) o a Limbiate .Si eroga acqua naturale e gassata ad un prezzo simbolico.

PrintFriendly
Condividi:
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Twitter
  • Wikio IT
  • Add to favorites
  • RSS
Questa voce è stata pubblicata in acqua, paese mio. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Una casa dell’acqua

  1. Max senago scrive:

    non mi risulta che sia a pagamento, l’acqua naturale è offerta a tutti, mentre l’acqua gasata è offerta ai soli residenti di lainate (ci vuole la tessera dei servizi).

    • michele scrive:

      io penso che non sia sbagliato far pagare un prezzo simbolico.Possono essere i 5 centesimi al litro per l’acqua gasata che vengono richiesti al punto acqua di Paderno (vicino al cinema Metropoli e dove tengono il mercato).Questo secondo me evita che per una cosa gratuita si scateni l’assalto con le damigiane…
      Per poco che sia il guadagno aiuta a coprire spese di manutenzione,la spesa per una videocamera e limita se possibile l’incuria o i gesti vandalici.

  2. alessandro scrive:

    xchè iniziare a pagare l’acqua??? che poi già la paghiamo il rubinetto non và più bene?? piu fontanelle funzionanti, magari…

    • michele scrive:

      qualche fontanella in Senago c’è (es in piazza del mercato o al Parco Monzini).Rispetto ai ‘draghi verdi’ di una volta hanno installato dei rubinetti apri-chiudi per evitare lo spreco..e la formazione del pantano intorno alla fontanella.
      Certo è che se l’atteggiamento di pochi tra tanti è di danneggiarle meglio evitare lo spreco.
      Chi ha sete si porta la borraccia da casa o provvede altrimenti

      Il pagare un prezzo almeno simbolico (nei punti acqua dove con la bottiglia si preleva acqua fresca e gassata) serve secondo me a ridurre l’eccesso di utilizzo e di spreco..siccome è gratis.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>