Comunicato Stampa nr. 5/2011 del 29.07.2011

Comunicato Stampa nr. 5/2011 del 28.07.2011 – comitato Senago Sostenibile

IL SEVESO SEMPRE PIU’ VICINO ?
Il Comitato Senago Sostenibile mercoledì 27 luglio, è stato ricevuto in audizione presso la 12° Commissione Ambiente in Provincia di Milano.
Presenti oltre ai membri del comitato ed una rappresentanza delle forze in Consiglio Comunale (firmatari della mozione contro le vasche), i membri della commissione ed un consigliere regionale.
Il comitato ha presentato le proprie idee e le proprie proposte, motivando i principali aspetti che rendono le Vasche inutili, dannose e costose, oltre che insufficienti per risolvere il problema delle esondazioni del Seveso a Milano, i punti salienti degli interventi sono stati :
• Ripristinare la qualità delle acque del torrente Seveso, ormai trasformatosi in una fogna a cielo aperto e con il triste primato di corso d’acqua tra i più inquinati d’Europa;
• Al fine di ridurre la portata del torrente, è certamente più utile predisporre opere di contenimento e/o vasche di laminazione lungo TUTTA l’asta del torrente, piuttosto che realizzarne solo una enorme nel territorio di Senago;
• Ribadire che, come recenti studi hanno confermato, la portata complessiva degli oltre 80 collettori fognari, presenti nel tratto a valle del canale scolmatore, è superiore alla capacità di ricezione del tratto interrato del torrente a Milano Niguarda, quindi il problema esondazioni non viene risolto dalle Vasche a Senago;
• Sottolineare che non esiste un solo progetto tecnico per risolvere il problema delle esondazioni del Seveso, vari enti, tra i quali CNR, Regione Lombardia, Metropolitane Milanesi, Politecnico di Milano e IANOMI hanno realizzato studi di fattibilità per la soluzione del problema, anche se al momento viene preso in esame solo quello che prevede il raddoppio del canale scolmatore e le vasche a Senago;
• Confermare la posizione della cittadinanza Senaghese, contraria alle Vasche, ricordando che nel Luglio 2010 anche il Consiglio Comunale di Senago si è espresso ufficialmente ed all’unanimità, esprimendo il proprio parere negativo.

Dalla discussione che ne é seguita riportiamo le considerazioni più importanti emerse:
• E’ stato riconosciuto che per risolvere un problema, quello dell’esondazione del Seveso a Milano Niguarda, non lo si può trasferire completamente in un altro territorio, trasformando il problema Esondazioni a Milano nel problema Vasche di Laminazione a Senago.
• È stato ribadito che con le vasche a Senago NON si risolve il problema delle esondazioni del Seveso a Milano.
• È stato espresso il timore che la realizzazione di un catino contenitivo per milioni di metri cubi di acqua fortemente inquinata, possa avere ripercussioni anche a livello di falda acquifera, visto i continui innalzamenti di questi anni.
• È stato ricordato che le vasche di laminazione, una volta svuotate dall’acqua della piena, restano piene di depositi di fango, detriti e rifiuti, e devono essere ripulite trasportando questi materiali in discariche speciali.
• La condivisione con il territorio é indispensabile, diventa, quindi, molto importante che la cittadinanza e il comitato siano invitati alle prossime riunioni.

Il presidente Paoletti, originario di queste zone, ha però ribadito che, ad oggi, l’unico progetto attivo è quello per la realizzazione del raddoppio e della messa in sicurezza del canale scolmatore, unitamente alla realizzazione delle vasche di Laminazione a Senago; progetto che è stato autorizzato dal Ministero e finanziato per circa 10 milioni di euro. Ha inoltre sottolineato la necessità di organizzare un incontro istituzionale con il commissario prefettizio di Senago, e successivamente a questo, un incontro più allargato, in particolare ritiene necessario un confronto tra Regione, commissario straordinario Marino e commissario prefettizio di Senago.

Dovremo quindi continuare a tenere alta la guardia, specialmente in questa delicata fase per Senago, venutasi a creare con la caduta della giunta comunale.

La partita sulle vasche deve restare ancora aperta: a tal proposito i consiglieri si sono impegnati ad esaminare tutti progetti e gli studi esistenti per il riassetto del sistema idrico del Nord Milano, e ridefinire le priorità: perché come specificato dal presidente Paoletti e dall’assessore Altitonante < è necessario realizzare TUTTE le opere previste per risolvere il problema delle esondazioni del Seveso, intervenendo quindi, in altre provincie lombarde e che non si può pensare di risolvere con una sola azione.>
Appena riceveremo gli atti del verbale li renderemo disponibili sul sito del comitato www.senagosostenibile.org
Il comitato Senago Sostenibile

PrintFriendly
Condividi:
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Twitter
  • Wikio IT
  • Add to favorites
  • RSS
Questa voce è stata pubblicata in Blog. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>