Sottoscrivi il blog
Senago Sostenibile su facebook

canale

Scorrendo la documentazione inerente al nuovo Piano di Governo del Territorio (PGT) salta all’occhio sulle mappe la pianificazione di nuove strade ad uso ‘tangenziale’ che riguarda la parte sud e nord ovest di Senago

Strade al momento tracciate sulla carta ma che se realizzate daranno luogo ad un arco di tangenziali  sulla cui utilità c’è da dubitare (almeno nell’opinione di chi scrive)visto che saranno più idonee a richiamare traffico (rendendo Senago più appetibile come luogo di passaggio) che a spostare il traffico del paese all’esterno. La linea rossa indica sia le strade esistenti (in pratica la Via per Cesate,la provinciale nei tratti dalla rotonda adiacente al ristorante la Brugheria col ramo verso Garbagnate e quello verso la rotonda De Gasperi) e quelle inserite nel piano.Del tratto a sud si è già scritto in un articolo alcuni mesi fà. Più articolato il tratto che dalla rotonda ‘Brugheria’ segue il tracciato del canale Villoresi e dopo aver intercettato la Via per Cesate arriva alla via Varese per Limbiate.Un tratto che se non realizzato in sotterraneo segnerà con la sua presenza molto invasiva l’area che attraversa.Un’area con un discreto pregio ambientale che oltre al canale Villoresi include il percorso ciclabile,l’area adiacente alla Villa Borromeo ed un polmone verde che è quello che reca più beneficio al paese. Con la realizzazione della strada ,delle rotonde e di qualche ponte per sovrapassare o sottopassare i corsi d’acqua (Lombra, Liamate, Villoresi) questo pezzo di verde si ridurrà ad una sorta di mega aiuola spartitraffico.

E’ un pò difficile comprendere il beneficio sotteso a queste realizzazioni.Se è per spostare ad ovest il traffico da nord verso ovest sarebbe forse meglio agevolare il traffico da nord spostandolo ad ovest più a nord (in pratica dalla Saronno-Monza) accedendo alla viabilità che già squarcia il Parco Groane da Limbiate-Solaro verso Garbagnate.

Per il resto la mappa non ci racconta di particolari cambiamenti nella viabilità senaghese. Si possono citare due esempi :in via Volta i pedoni hanno come sempre l’opportunità di disputarsi la sede stradale con le automobili in transito e con quelle parcheggiate e questo visto che i marciapiedi sono presenti solo in parte.Via Risorgimento permette di sfruttare al meglio la ripresa delle auto e dei camion per ottenere velocità superiori al limite in barba ai semafori.

In buona sostanza strade a misura di automobile e questo nonostante che per gli spostamenti su brevi distanze sarebbe più opportuno adeguare la viabilità corrente per favorire l’uso della bicicletta.Al momento si va in automobile al centro sportivo per correre.A breve un parcheggio di interscambio sulla ex statale consentirà di andare in macchina a prendere…il tram.Si potrebbe completare la ciclabile su via Risorgimento,rendere via Volta a senso unico come a Cusano,istituire un percorso ciclabile tra le scuole e tra le due chiese….

Sono tempi di crisi e non ci sono ‘sghei’ ma se non altro sulla carta invece di tracciare solo strade si poteva pensare  ad un minimo di rete di trasporto pubblico atto a collegare le zone residenziali e quelle di interesse con le stazioni Trenord e con la tranvia (che per quanto fatiscente in 20 minuti alla metropolitana di Comasina ci arriva).

Ultimo ma non da meno :cliccando il link qui sotto si dovrebbe vedere un breve video girato sulla ciclabile a lato del Villoresi nel punto in cui il torrente Lombra ci passa sotto.Il video (ammesso che si veda) non è niente di che.Più interessante può essere l’audio visto che il quel punto è possibile udire lo scorrere delle acque del torrente e qualche volatile che.. dice la sua.Fintanto che il rumore della strada che ci passerà accanto non renderà tutto questo un ricordo

video-2013-11-03-13-01-57

PrintFriendly

Un mix di immagini consuete e inconsuete .

consuete : lo stato in cui versa il Villoresi quando in autunno va in asciutta e quindi l’accumulo di sterpaglia,rifiuti etc.. lungo il corso del canale ed in corrispondenza dei sifoni.

inconsuete:

nel tratto di canale tra la Stazione Serenella (ribattezzata Parco Groane) ed il ponte della provinciale (SP119) sono in corso dei lavori di ripulitura e c’è da sperare di risistemazione del canale in questo tratto e quello successivo fino a Pinzano.

Per un po’ perderà l’aspetto trasandato e tornerà per un po’ più ‘canale’ ma con l’acqua ragionevolmente pulita del Ticino (a differenza dell’altro canale che ‘bagna’ Senago…LO SCOLMATORE DI NORD OVEST) .

In attesa di vederlo tirato a lucido per l’Expo.

aa

aa

PrintFriendly

Tra Palazzolo Milanese e Varedo il  Canale Villoresi sottopassa tramite sifone i binari della Ferrovia Nord Milano e subito dopo il torrente Seveso.

Le acque del canale Villoresi sono quelle del Ticino che è un fiume la cui acqua è ritenuta pulita (*).Quelle del Seveso a giudicare dal colore e dall’odore si possono ritenere sporche o comunque con una qualità non sufficiente a ritenerle pulite.

Come si vede dalle foto, e sarebbe interessante capire il perchè , parte dell’acqua del Villoresi viene rilasciata nel Seveso.Il ruolo del Villoresi è quello di un canale per l’irrigazione …dei campi .In genere l’acqua non usata per l’irrigazione dovrebbe percorrere tutto il canale e quella poca che avanza confluire nell’Adda.

In questo caso una parte dell’acqua del Villoresi viene versata nel Seveso e l’effetto è anche positivo visto che per un tratto l’acqua pare meno torbida.

Poche centinaia di metri più a valle quest’acqua può procedere verso Milano  oppure essere deviata nel Canale Scolmatore Nord Ovest  (quando questo azzera o parzializza la portata del Seveso verso Milano)  con la possibilità di ritornare al Ticino con la qualità del Seveso….

(*) Che l’acqua del Ticino si possa ritenere ragionevolmente pulita è un fatto.Purtroppo nel percorrere il Canale Villoresi specie dopo il periodo di ‘asciutta’ invernale quest’acqua raccoglie un’interessante quantità di detriti presenti nell’alveo del canale che  si accumula in corrispondenza dei sifoni (nella foto quello in corrispondenza della FNM tra Varedo e Palazzolo) creando il ‘tappeto’ che si vede in foto.

PrintFriendly

ONU : 22 marzo Giornata Mondiale dell’Acqua

Il diritto all’acqua è un emergenza vitale per tutti gli esseri viventi e la lotta alla riduzione delle risorse del pianeta deve vedere impegnati tutti i popoli.

IL CANALE SCOLMATORE NORD OVEST A SENAGO


PrintFriendly