Legambiente ? Facciamo chiarezza !!!

Navigando in rete ci siamo imbattuti in un articolo di informazione (sul Giornale di Limbiate) che parlava della possibile realizzazione di un Gassificatore a Limbiate, ecco un estratto di questo articolo che ci ha particolarmente colpito.

Legambiente chiede garanzie e compensazioni

Anche Legambiente chiede che l’Amministrazione dia un segnale chiaro per far rispettare la legalità soprattutto perché sembrerebbe che l’impianto, benché non abbia ancora ricevuto l’autorizzazione ad entrare in funzione, sia già stato assemblato. L’associazione contesta la scelta della Provincia diMonza e Brianza di non assoggettare il progetto a Valutazione d’impatto ambientale. Ma Legambiente ha pensato anche a un piano B, se dopo la conferenza dei servizi del 22 il progetto dovesse essere approvato, suggerisce al Comune di chiedere almeno precise garanzie e compensazioni ambientali. «Chiediamo che l’impianto sia autorizzato solo per il trattamento di frazioni di rifiuti come residui dalla valorizzazione della raccolta differenziati e di lavorazioni di carta e plastica – hanno spiegato gli ambientalisti – Quindi che le emissioni siano monitorate da strutture pubbliche e rese note ai cittadini tramite un tabellone all’ingresso della fabbrica e sia esteso anche alle diossine ».
Quindi legambiente ha proposto che i Comuni di Limbiate e Senago ricevano un indennizzo ambientale pari almeno al 10 per cento del fatturato realizzato dalla ditta e che la società incaricata di realizzare l’opera, la Ecotrattamenti srl, garantisca una fidejussione pari al valore dell’impianto stesso, il corretto funzionamento dell’impianto e l’incolumità dei cittadini.

Chiunque abbia rilasciato queste dichiarazioni non sembra avere le idee molto chiare.
Se riguardo alla realizzazione del gassificatore esiste un problema di rispetto delle leggi, allora non ci possono essere né dubbi, né consigli, né piani B.
L’impianto deve essere chiuso e posto sotto sequestro.

Una volta per tutte deve essere chiaro che le compensazioni e gli indennizzi non risolvono i problemi di SALUTE causati dall’inquinamento.

il concetto è di una semplicità disarmante, lo capisce anche un bambino.
COME PUO’ UN INDENNIZZO ECONOMICO INSERITO NEL BUDGET DI UNA AMMINISTRAZIONE COMUNALE NEL 2012 (*), RISOLVERE IL PROBLEMA DI UNA FAMIGLIA CHE PERDERA’ UN PROPRIO CARO PER UN TUMORE AI POLMONI NEL 2017 ?

La questione degli inceneritori è molto seria, ne vogliono attivare uno a Paderno e uno a Limbiate, mentre a Paderno già c’è n’è uno, così come a Desio e a Pero.

(*) per quali scopi e per quali opere verranno utilizzati questi indennizzi ? alzi la mano chi pensa che verranno spesi per realizzare opere di mitigazione dell’impatto ambientale causato dal Gassificatore.

PrintFriendly
Condividi:
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Twitter
  • Wikio IT
  • Add to favorites
  • RSS
Questa voce è stata pubblicata in Gassificatore di Limbiate. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>